La Puglia chiama …. Valsamoggia risponde

E’ davvero pesante e drammatico il bilancio che sulla base dei dati pubblicati dall’ European Forest Fire Information System (Effis) della Commissione Europea assegna all’ Italia per l’anno 2017 il triste primato del Paese Europeo con il maggior numero di roghi di vaste proporzioni ( incendi superiori ai 30 ettari ): infatti in Italia nel 2017 si sono verificati  743 grandi incendi, oltre cinque volte di più rispetto ai 142 riportati in media ogni anno tra il 2008 e il 2016 .

La Puglia è stata una delle regioni Italiane più colpite da questo flagello e, nell’ambito del programma di mutua assistenza interregionale caldeggiato dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, la Regione Emilia-Romagna ha da tempo sottoscritto un gemellaggio con la Regione Puglia volto a fornire mezzi e uomini in appoggio alle risorse locali .  In tale contesto anche quest’anno la Consulta Provinciale di Bologna ha promosso la partecipazione di Volontari adeguatamente formati ed in possesso dell’idoneità alle attività antincendio chiedendo anche alla nostra Associazione di prendere parte a questo importante progetto .

La nostra Associata Giuliana Maselli ha aderito con entusiasmo facendo parte del gruppo di 8 Volontari Bolognesi che, suddivisi in 2 squadre, hanno raggiunto il Campo Base di Campi Salentina       ( Lecce ) dove dal 31 Agosto al 7 Settembre 2017 hanno alacremente lavorato senza sosta coadiuvando le forze in campo per contrastare i numerosi incendi che hanno martoriato la Puglia meridionale .

L’opera dei volontari è stata pubblicamente apprezzata ed elogiata : da parte nostra non possiamo che unirci a questi apprezzamenti ringraziando Giuliana per il suo “contagioso” entusiasmo e per aver fatto onore alla nostra Associazione anche a quasi 1.000 km di distanza da Savigno …

9 settembre 2017 – Muccia (MC) Valsamoggia incontra le popolazioni terremotate

Il giorno 9 settembre u.s.  quattro volontari della Protezione Civile di Savigno – Montaguti Alessandro, Montaguti Medardo, Stega Matteo e Nadaiu Pietro – congiuntamente ad altri volontari di Valsamoggia, hanno raggiunto Muccia, un comune appenninico del Maceratese ( Marche ) seriamente danneggiato dal sisma del 24 Agosto 2016 che ha distrutto o gravemente lesionato il 90% dei fabbricati .

L’intento dei Volontari è stato quello di offrire ai fratelli marchigiani così colpiti dal terremoto un momento di svago per alleviare le quotidiane difficoltà del post-sisma grazie anche alle eccellenze gastronomiche della Valsamoggia.

Moltissime persone, in fila davanti ai fornelli, hanno pazientemente aspettato il loro turno per assaggiare il gnocco fritto, cotto al momento, farcito con salumi e formaggi della nostra terra. Inoltre, molto apprezzate, sono state le tigelle, farcite sia con i nostri salumi che con una loro specialità di salame tenero spalmabile: il CIAUSCOLO. La cucina del ristoro, per soddisfare tutti gli intervenuti, ha lavorato ininterrottamente dalle 18.00 fino quasi a mezzanotte, accompagnata dal dj Enzo Persuader,  che con la sua musica  ha fatto ballare e – speriamo dimenticare almeno  per una serata –  i mille problemi causati dal terremoto.

Il Sindaco di Muccia, Mario Baroni, in segno di ringraziamento, ha donato al

muccia

Gruppo una litografia del Comune di Muccia con la preghiera di ripetere l’iniziativa anche il prossimo anno.

Incendio Monte Pero – Vergato

incendio monte pero – Vergato (c) renonews

Diverse squadre di Volontari, coordinate dai Vigili del Fuoco sono intervenute nei giorni scorsi sull’incendio boschivo che si è sviluppato sul Monte Pero comune di Vergato;
Il servizio o di prevenzione AIB predisposto dalla Consulta di Bologna potenziato nel mese di Luglio da nuovi abilitati AIB e la disposizione strategica dei mezzi della Consulta dotati di Modulo AIB ,dislocati su Savigno e Castiglione dei Pepoli sono stati più che mai provvidenziali, dimostrando di essere una risorsa specializzata in grado di dare supporto alle istituzioni preposte.

Nasce il “Portale allerta meteo Emilia-Romagna”

Nasce il “Portale allerta meteo Emilia-Romagna”:  in caso di calamità, comunicazioni rapide e dirette a sindaci, operatori e cittadini

Al via la sperimentazione della piattaforma multimediale, che sarà online a marzo. L’obiettivo è quello di rendere più veloci ed efficienti le comunicazioni in caso di calamità ed emergenze legate ai fenomeni meteorologici.

Da febbraio la formazione di tutti i soggetti coinvolti, a partire dai primi cittadini, con incontri nelle province.
Leggi la notizia: http://bit.ly/2kscV0d Arpae Idro-Meteo-Clima Protezione Civile