Corso per il corretto uso delle motoseghe e relativi DPI – Fanano 7 aprile 2018

Per chi, sabato 7 aprile 2018  ha affrontato il “corso” per l’uso delle motoseghe e dei DPI previsti,  vi è stata una consapevole assunzione di responsabilità verso un tipo di impegno che può capitare nella gestione di servizi della nostra associazione.

Questo non vuol dire che tutti useranno la motosega, anzi forse meno che piú, ma di certo l’aver cercato ed affrontato insieme i modi per perseguire e comprendere i temi della sicurezza è motivo di grande soddisfazione.

Ho portato il mio ringraziamento quale Presidente dell’associazione ai Volontari di Fanano che auspicano,  altre future collaborazioni.  È un orgoglio per tutto il gruppo aver intrapreso e certamente dare continuitá a questo proficuo lavoro di formazione. Grazie a tutti perchè ho notato una partecipazione estesa anche da chi era impossibilitato a esserci.

Alla prossima occasione.  ( Il presidente)

Assemblea Ordinaria dei Soci – 27 marzo 2018

Martedì 27 marzo 2018 si è svolta l’Assemblea Ordinaria dei Soci chiamata all’approvazione del Bilancio Consuntivo –  Rendicontazione  dell’anno 2017 e al Bilancio di Previsione 2018 .

Per la prima volta è stato presentato anche  il Bilancio Sociale e ci siamo sentiti orgogliosi di essere, in questo senso, precursori dei tempi, in quanto la normativa vigente non ne impone l’obbligo di redazione. il Bilancio Sociale consente di identificare e comprendere il ruolo svolto dalla nostra associazione nell’ambito della società  in cui viviamo;  le informazioni economiche e finanziarie contenute nella rendicontazione economica, sono parziali e inadeguate a rappresentare il valore aggiunto di un’organizzazione come la nostra che opera nel volontariato.

L’occasione è stata anche il momento ideale per presentare all’Assemblea, per la relativa approvazione, il Regolamento dell’Associazione stessa; la stesura di questo regolamento era una passo a cui il Consiglio Direttivo teneva particolarmente e al quale si era dedicato assiduamente negli ultimi mesi.

Il contenuto dettagliato dei lavori assembleari, il Bilancio Sociale, i dati della Rendicontazione 2017, del Bilancio di Previsione 2018 Direttivo sono integralmente disponibili ai link sotto riportati.

Verbale_Assemblea 27 marzo 2018

BilancioSociale_2017

rendiconto 2017

bilancio di previsione 2018

REGOLAMENTO_approvato con Assemblea 27-03-2018

Sai cosa fare in caso di incendio ??

#InformatiePreparati #cosafare in caso di #incendio : con un breve video l’Agenzia di Protezione Civile regionale spiega al cittadino cosa fare in caso di incendi boschivi e come comportarsi per prevenirli.
La voce narrante racconta quali sono i comportamenti da adottare per prevenire gli incendi boschivi e cosa fare in caso di avvistamento. Bisogna ricordare che gli incendi boschivi non avvengono solo in estate ma anche in altri periodi dell’anno.
https://www.youtube.com/watch?v=wOVA_t32A1U

Il video è stato curato dall’Agenzia di Protezione civile della Regione Emilia-Romagna e realizzato da Lorenzo Castiello e Alessandro Pirotti (Comunicamente), nell’ambito di un progetto di comunicazione coordinato e promosso dall’Ufficio per le relazioni con il pubblico

(c) Protezione Civile Unione Valli Reno,Lavino e Samoggia

Pranzo dei Volontari – 10 marzo 2018

Cosa dire se non Grazie… Ancora una volta grazie a tutti i Volontari interventui, a quelli che non sono potuti intervenire, agli amici della protezione civile , al sindaco Daniele Ruscigno, ai rappresentanti delle istituzioni che ci hanno tenuto compagnia, ai rappresentanti delle associazioni che sono intervenuti… ma il ringraziamento più grande quest’anno va ai ragazzi dell’istituto IIS Bartolomeo Scappi di Crespellano e ai loro insegnanti che hanno fatto un lavoro fantastico per l’occasione…

Ringraziamo anche la Polisportiva Savignese che ci ha concesso per la giornata gli spazi del “Centro le Nonne”

 

 

 

 

 

 

 

E’ doveroso da parte nostra ringraziare tutti gli “sponsor” che ci hanno fornito tantissimi premi per la lotteria di sabato 10 marzo 2018 in occasione del Pranzo dei Volontari :
Sorelle Albrizzi Monteveglio, Conad di Castelletto, La Ghiottona, La Spartura Di Efrem , ferramenta GL di Castelletto, Pietro Innocenti, Fausto Franchi, Coop Reno di Monteveglio, Alimentari la piazza, Salumificio Franceschini, Salumeria Mazzini, il Profumo dei Tigli di Gianni Parazza, Gelateria il Sole Savigno, Fuori di Testa Acconciature, Le dolcezze di Monteveglio, i Commercianti di Monteveglio, Caseificio Case Bortolani, 12 Gradi Caffè, Aroma Caffè…

( sperando di non aver dimenticato nessuno).

 

Marzo 2018 – Marano di Gaggio Montano

 

I persistenti fenomeni atmosferici che a Febbraio scorso hanno interessato il nostro territorio hanno quasi certamente contribuito a rimettere in movimento  una gigantesca frana nella frazione di Marano di Gaggio Montano .

Il distacco in località Vaina di una enorme massa di oltre un milione di metri cubi di terra e fango  della lunghezza di 700 metri, con un fronte di circa 150 metri ed una profondità stimata di 9 ha incominciato a scivolare rapidamente verso il fondo valle travolgendo ogni cosa .

Un lungo tratto della vecchia statale Porrettana è stato semplicemente cancellato, come inghiottito dal vortice di terra e detriti che ha anche lesionato diverse abitazioni minacciando di impattare l’alveo del fiume Reno che scorre a ridosso della massicciata ferroviaria .

Immediata è stata l’attivazione del COC – Comitato Operativo Comunale da parte del Sindaco di Gaggio Montano che ha coordinato e organizzato gli interventi da parte di tutte le unità interessate ( Vigili del Fuoco, Carabinieri,  tecnici di RFI e del Bacino Reno, oltre naturalmente alla Agenzia Regionale della Protezione Civile in raccordo con il Servizio geologico e dei suoli ) .

Da subito la priorità è stata quella di scongiurare che la frana pregiudichi il corso del fiume Reno, il cui livello nel frattempo si è rapidamente innalzato anche a causa dello scioglimento delle masse nevose cadute copiose sul territorio ;in questo  tratto il fiume Reno scorre proprio a fianco della linea ferroviaria Porrettana e la pressione esercitata, oltre ad  impedire il flusso delle acque rischia di danneggiare la massicciata e i binari . Per consentire ai tecnici una approfondita analisi della situazione,  nei giorni scorsi è stata disposta precauzionalmente l’interruzione della linea ferroviaria a monte della stazione di Riola

Fin dalle prime ore l’intervento dei Volontari della Protezione Civile è stato prezioso per supportare le forze in campo nelle tante  attività : dalla mappatura del territorio all’evacuazione dei fabbricati colpiti, dalla messa in sicurezza della rete viaria al reperimento di alloggi alternativi per un pronto ricovero delle famiglie evacuate.

Ai Volontari è stato poi affidato il compito del monitoraggio costante –  24 ore su 24 –  della zona per supportare l’attività di diverse macchine movimento terra che – grazie all’illuminazione assicurata da tre potenti torri-faro – incessantemente si alternano sul cratere per mantenere ampio e sgombro l’alveo del fiume Reno consentendo così la riapertura della tratta ferroviaria .

Il  4 Marzo la Consulta Provinciale del Volontariato di Protezione Civile ha richiesto la mobilitazione della nostra Associazione per supportare i Volontari di Gaggio Montano e coadiuvarli nei turni di sorveglianza .  Da subito diversi Associati si sono immediatamente resi disponibili e a partire dalla giornata di giovedì 8 Marzo tre nostri equipaggi formati da due Volontari ciascuno si sono alternati con turni di sei ore coprendo interamente l’intera sera/notte dalle ore 18.oo di giovedì alle ore 6.oo di venerdì .

Con passione, entusiasmo e professionalità i nostri Associati hanno fornito un primo concreto contributo di solidarietà dimostrando una capacità di rapida ed adeguata mobilitazione anche al di fuori del territorio – Comunale ed Unionale  di nostro riferimento –  rendendosi disponibili ad ulteriori interventi qualora l’emergenza dovesse proseguire .

Ancora una volta emerge in tutta evidenza come il Volontariato di Protezione Civile rappresenti una risorsa fondamentale per coadiuvare le forze istituzionali schierate a contrasto delle piccole e grandi calamità, senza  sostituirsi ad esse ma rappresentando una presenza preziosa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Percorso formativo di crescita e miglioramento personale “RICONQUISTA  TE  STESSO”

 

“Tutti abbiamo il dovere e il diritto di migliorare, per noi stessi e per gli altri”

Formazione significa anche percorso di crescita personale,  crescita che ci aiuta,  in tempi  difficili come quelli attuali, a recuperare fiducia in noi stessi, consapevolezza delle proprie capacità e una visione più serena del futuro; caratteristiche essenziali per ottenere un miglioramento della propria qualità di vita e nello svolgimento delle proprie mansioni.

Per questo motivo stiamo svolgendo un corso di crescita personale, articolato in quattro serate, dove ci vengono fornite informazioni che suscitano domande, offrono spunti e riflessioni che ci permettono di confrontarci e conoscerci meglio. Il tutto coadiuvato da supporti interattivi e filmati.

Gli incontri sono tenuti dal nostro Socio Volontario Maurizio Guida che, con la sua capacità e la sua disponibilità si è messo a disposizione di  noi Volontari e dei nostri familiari  per aiutare a conoscerci meglio, per darci  una concreta informazione orientata alla consapevolezza che disagi legati alla quotidianità come stress, insicurezza, ansia, possano essere affrontati con serenità e risolti. Ci illustra strategie e fornisce consigli utili al conseguimento di risultati in ogni campo. Informazioni fondamentali per tutti coloro che vogliono crescere e raggiungere obiettivi importanti.

Sei preparato ? … cosa fare in caso di neve-gelo

Prima

  • Informati sull’evoluzione della situazione meteo, ascoltando i telegiornali o i radiogiornali locali;
  • Procurati l’attrezzatura necessaria contro neve e gelo o verificane lo stato: pala e scorte di sale sono strumenti indispensabili per la tua abitazione o per il tuo esercizio commerciale;
  • Presta attenzione alla tua auto che, in inverno più che mai, deve essere pronta per affrontare neve e ghiaccio;
  • Monta pneumatici da neve, consigliabili per chi viaggia d’inverno in zone con basse temperature, oppure porta a bordo catene da neve, preferibilmente a montaggio rapido;
  • Fai qualche prova di montaggio delle catene: meglio imparare ad usarle prima, piuttosto che trovarsi in difficoltà sotto una fitta nevicata;
  • Controlla che ci sia il liquido antigelo nell’acqua del radiatore;
  • Verifica lo stato della batteria e l’efficienza delle spazzole dei tergicristalli;
  • Non dimenticare di tenere in auto i cavi per l’accensione forzata, pinze, torcia e guanti da lavoro.

Durante

  • Verifica la capacità di carico della copertura del tuo stabile (casa, capannone o altra struttura). L’accumulo di neve e ghiaccio sul tetto potrebbe provocare crolli;
  • Preoccupati di togliere la neve dal tuo accesso privato o dal tuo passo carraio. Non buttarla in strada, potresti intralciare il lavoro dei mezzi spazzaneve;
  • Se puoi, evita di utilizzare l’auto quando nevica e, se possibile, lasciala in garage. Riducendo il traffico e il numero di mezzi in sosta su strade e aree pubbliche, agevolerai molto le operazioni di sgombero neve.

Se sei costretto a prendere l’auto segui queste piccole regole di buon senso:

  • Libera interamente l’auto e non solo i finestrini dalla neve;
  • Tieni accese le luci per renderti più visibile sulla strada;
  • Mantieni una velocità ridotta, usando marce basse per evitare il più possibile le frenate. Prediligi, piuttosto, l’utilizzo del freno motore;
  • Evita manovre brusche e sterzate improvvise;
  • Accelera dolcemente e aumenta la distanza di sicurezza dal veicolo che ti precede;
  • Ricorda che in salita è essenziale procedere senza mai arrestarsi. Una volta fermi è difficile ripartire e la sosta forzata della tua auto può intralciare il transito degli altri veicoli;
  • Parcheggia correttamente la tua auto in maniera che non ostacoli il lavori dei mezzi sgombraneve;
  • Presta particolare attenzione ai lastroni di neve che, soprattutto nella fase di disgelo, si possono staccare dai tetti;
  • Non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote.

Dopo

  • Ricorda che, dopo la nevicata, è possibile la formazione di ghiaccio sia sulle strade che sui marciapiedi. Presta quindi attenzione al fondo stradale, guidando con particolare prudenza;
  • Se ti sposti a piedi scegli con cura le tue scarpe per evitare cadute e scivoloni e muoviti con cautela.

(fonte Dipartimento Protezione Civile)

Che possa essere il Natale che ognuno di noi desidera…

A chi ama dormire ma si sveglia sempre di buon umore

a chi saluta ancora con un bacio,

a chi lavora molto e si diverte di piu’,

a chi ha l’entusiasmo di un bambino e i pensieri di un uomo,

a chi va in fretta in auto ma non suona ai semafori,

a chi arriva in ritardo ma non cerca scuse,

a chi spegne la televisione per fare due chiacchiere,

a chi è felice il doppio quando fa la meta’,

a chi si alza presto per aiutare un amico,

a chi vede nero solo quando è buio,

a chi non aspetta il Natale per essere migliore…

Tantissimi auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo a tutti Voi …

Ass.ne Protezione Civile Valsamoggia Savigno

Festival Internazionale del Tartufo Bianco Pregiato di Savigno – novembre 2017

Come da tradizione, anche quest’anno nei primi 3 fine settimana di Novembre, Savigno ha ospitato il Festival Internazionale del Tartufo Bianco giunto alla 34ma edizione. L’evento, promosso dalla Pro-Loco di Savigno e con il patrocinio, tra gli altri, della Municipalità, ha visto come di consueto il coinvolgimento della nostra Associazione: questa edizione si è caratterizzata dalla complessità derivante dal dover assicurare l’attento rispetto delle recenti normative emesse in tema di “Safety & Security” in occasione di eventi pubblici.

Durante le settimane precedenti la manifestazione, gli organizzatori e le autorità competenti hanno predisposto un piano dettagliato per garantire lo svolgimento della sagra in sicurezza; in questo ambito è stata richiesta la nostra partecipazione allo scopo di presenziare i varchi di accesso e fornire supporto logistico per consentire, in particolare, l’ordinato afflusso e deflusso dei visitatori.

In considerazione del crescente interesse dell’evento che attrae numerosissimi visitatori anche dall’estero, l’impegno che ci è stato richiesto è stato veramente notevole per quantità di risorse di uomini e mezzi, dovendo vigilare fino a quindici varchi  – dalle prime ore del mattino fino a sera  – per ognuno dei sabati e delle domeniche di svolgimento del Festival.

Grazie alla consueta e generosa disponibilità dei nostri Associati, siamo riusciti ad assicurare la presenza di almeno 25 Volontari in ognuna delle 6 giornate della manifestazione: sotto la puntuale ed appassionata “regia” di Marica Calzolari, Maurizio Masini, Alessandro Montaguti e del Presidente Stefano Orlandi, i servizi si sono svolti nella massima regolarità e – con il contributo di tutti i nostri Volontari –  siamo riusciti in ogni circostanza a dare pronta ed efficace risposta ai mille piccoli e grandi problemi che una manifestazione così articolata e complessa inevitabilmente comporta .

Con sano senso di appartenenza e con un certo orgoglio possiamo rivendicare a nome di tutti i nostri Volontari di avere dato un contributo determinante al successo dell’evento .

A tale proposito abbiamo ricevuto i ringraziamenti da parte della Presidente di Municipio di Savigno, degli Organizzatori della Proloco e della Polizia Municipale.

Davvero significative le parole con cui la Presidente della Municipalità e la Pro-Loco hanno inteso manifestarci l’apprezzamento e la gratitudine per l’opera da noi svolta :

“A nome mio e dei consiglieri di maggioranza del Municipio di Savigno, voglio veramente ringraziarvi per il lavoro svolto durante <Tartòfla 2017>. 

 Il vostro prezioso contributo ha dato un aiuto fondamentale per l’ottima riuscita della messa in sicurezza del paese che ha richiesto uno sforzo enorme al quale però abbiamo risposto con grande professionalità.

Gli stessi visitatori si sono sentiti come protetti, ritrovando nelle “divise gialle” un riferimento sicuro(…)

– Daniela Cannetti – Presidente Municipio di Savigno “

 

“Questa mail per ringraziare tutta la Protezione Civile Valsamoggia Savigno per l’enorme lavoro svolto durante le sei giornate del 34° Festival Internazionale del Tartufo di Savigno (… ) Vorremmo sottolineare ancora una volta che <senza il vostro supporto, il Festival non si sarebbe svolto>;

la nuova direttiva ministeriale “Safety & Security” ci avrebbe costretto ad annullare l’evento. (…)

Grazie per tutto, siete una risorsa fondamentale per il territorio!

La Proloco di Savigno “

 

Esercitazione di protezione civile – 25 Novembre 2017

Con il Soccorso Alpino e con due Volontari ANPAS, i Volontari della Associazione Protezione Civile Valsamoggia Savigno, nella mattinata di sabato 25 Novembre, è stata organizzata una importante esercitazione di ricerca di persona scomparsa.

Si è simulato lo scenario della scomparsa di una persona anziana, evento peraltro molto attendibile in quanto analogo ad un episodio accaduto qualche mese addietro sull’Appennino Romagnolo e simile ai diversi fatti accaduti in tempi recenti sul nostro Territorio .

Posto il campo base in territorio di Savigno – località Rio Maledetto, il folto gruppo di circa 40 Volontari (di cui 25 della ns. Associazione), è stato suddiviso in 7 squadre destinate ciascuna a perlustrare una specifica area della zona oggetto dell’esercitazione,  alla ricerca di un fantoccio che, precedentemente occultato, rappresentava la persona scomparsa.

 

Sotto l’esperta guida di un componente del Soccorso Alpino, ogni squadra ha attentamente setacciato la porzione di territorio assegnata attraversando boschi, campi, alvei di torrenti e risalendo erti pendii fino a quando – via radio – è stato comunicato il ritrovamento del “disperso” .

Tutti hanno quindi raggiunto rapidamente il punto del ritrovamento, un’area boschiva particolarmente impervia, dove hanno preso parte alle operazioni di recupero, organizzate con perizia dai Volontari del Soccorso Alpino, con l’ausilio della barella tipo “Kong”. 

 

Al termine delle operazioni ci si è ritrovati al Campo Base per un veloce ma utile “debriefing” in cui si è condivisa la consapevolezza dell’importanza che esercitazioni come questa possono rappresentare, per  migliorare e rafforzare competenze in caso di incidenti o eventi drammatici quali la scomparsa di persone .

Si è compreso come la conoscenza del Territorio è importante ma non sufficiente: c’è quindi l’intenzione di organizzare momenti di approfondimento dedicati, per esempio, a migliorare la nostra capacità di “ lettura “ delle carte toponomastiche, l’uso delle dotazioni tecnologiche ( GPS, bussola … ) e le  tecniche di organizzazione delle ricerche ida compiere nsieme ai colleghi del Soccorso Alpino.

La faticosa ma istruttiva mattinata si è conclusa con un momento conviviale, che non poteva mancare, per rafforzare l’amicizia  tra  di noi e con i Colleghi del Soccorso Alpino .

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi